h1

Vogliono farci credere alle favole

venerdì, 10 novembre 2006

Questa la notizia:

(ANSA) -TEL AVIV, 10 NOV– Un guasto al radar di una postazione dell’artiglieria israeliana e’ all’origine del bombardamento sulla citta’ palestinese di Beit Hanun. Lo ha appurato un’indagine delle Forze armate, secondo quanto scrive la stampa israeliana. In seguito al guasto il computer che stabilisce la traiettoria dei proiettili ha ricevuto dati inesatti. Il bombardamento di Beit Hanun ha provocato la morte di 19 persone, fra cui donne e bambini, e il ferimento di decine di altre.

Bene! A parte l’imprecisione sul numero delle vittime (saranno ben più di 19! Non considerano quelle che devono ancora morire a causa dell‘n-esimo attentato che inevitabilmente ci sarà per rappresaglia in una qualche città di Israele), pare che tutto sia successo a causa di un banalissimo guasto! Si, proprio come quelli che possono verificarsi nel vostro sistema GPS e che vi portano da un parte invece che dall’altra!
Io non ci credo!
Le nuove tecnologie vengono utilizzate prima in campo militare e poi in ambito civile. In ambito militare esiste già quello che nella vita di tutti i giorni entrerà tra n-anni. La tecnologia militare è ultra avanzata, probabilmente già in grado di fare ciò che solo pochi sanno. Bene! Ed allora sono morte 19 persone per un errore?
Volete farmi credere che non esiste un sistema in grado di capire che “qualcosa non va” e mettere in atto una procedura di sicurezza, il “piano-B“, per evitare la strage? Volete farmi credere che una volta lanciato un ordigno in grado di causare morte e distruzione bisogna incrociare le dita e sperare, perchè l’errore è sempre possibile e non si sa bene cosa potrebbe succedere?
No! Questa è una favola, ed io alle favole ho smesso di credere da un pò! E voi?

4 commenti

  1. Beh, è sicuramente facile scaricare il barile su qualcosa che non sia umano, non può controbattere!


  2. io penso che le macchine si guastano… e anche le macchine che controllano le macchine si guastano… e anche le persone che controllano le macchine che controllano le macchine si addormentano…

    con questo non giustifico certo, Israele, ma non è la prima volta che un errore uccide gente innocente… e succede anche non in guerra, quando ad esempio si guastano dispositivi di sicurezza nelle fabbriche.


  3. @Tambu: secondo me la fai troppo semplice. E’ vero che le macchine possono guastarsi. Ma quando una “macchina” è progettata per fare un DISASTRO in caso di ERRORE, allora IMHO si creano sistemi che controllano altri sistemi che controllano ALTRI sistemi che infine controllano la macchina.
    Non so se mi sono spiegato. Si creano n-livelli per PREVENIRE l’Errore.
    E’ vero che nessuno è infallibile, ma in questo modo le probabilità di un errore critico vengono notevolmente abbassate.
    Per fare un esempio stupidissimo, sugli aerei ci sono n sistemi per la navigazione. Tutti servono allo stesso scopo. Dare l’informazione al pilota su dove si sta andando. E’ VERO: possono rompersi TUTTI contemporaneamente… ma le probabilità di un envento di questo tipo sono davvero prossime allo zero!
    E su un sistema di puntamento per missili queste precauzioni non sono state prese? Mmmhhhh…
    E’ il motivo per cui non CREDO in quanto affermato dall’indagine delle Forze Armate Israeliane.


  4. credete che se una cosa del genere non fosse capitata in Israele ma poniamo il caso.. proprio in America, avrebbero dato la colpa ad un banale errore delle macchine?… hmmm… io credo di no.
    Che tristezza :(((



Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: