h1

A proposito dell’indulto

mercoledì, 2 agosto 2006

Dietro a questo indulto se ne sono ormai sentite di tutti i colori. Associazioni che denunciano le condizioni proibitive delle carceri, sindacati delle guarde carcerarie in rivolta per le condizioni di lavoro a cui sono sottoposti i secondini, in rapporto troppo esiguo rispetto ai detenuti nelle varie carceri del nostro Paese, e quindi sottoposti ad un maggior carico di lavoro/stress. La più bella è stata però “I carcerati sono in sovrannumero per il nostro sistema a causa delle leggi troppo severe! Quindi è con la legge che si deve risolvere questo problema”. Quasi ridicolo 😦 Mi ricorda molto la scusa quando tornavo a casa con un 4: “Eh mà… è la prof che è troppo severa, io la lezione la sapevo…

Ed allora il nostro Parlamento da un pacca sulle spalle a tutti quelli che non si sono comportati proprio bene e dice “Vabbè, visto che siete troppi e qui non c’è posto per tutti, ne facciamo uscire un pò… però mi raccomando, eh… fate i bravi
D’altronde se non c’è posto per tutti in qualche modo si deve pur fare no? Beh, a mio avviso, questà è davvero la soluzione peggiore!
Questo triste-quasi-comico evento si è verificato a Genova (cito da Repubblica):
…Un altro caso, più grave almeno nell’intenzione, si è verificato a Genova: un uomo, Giovanni Calassi, 45 anni, è stato arrestato per tentata rapina cinque ore dopo essere stato scarcerato. Sono questi alcuni tristi epiloghi delle migliaia di scarcerazioni avvenute ieri dopo l’applicazione dell’indulto.
Ridicolo il ministro Mastella che, durante un’intervista al TG5, chiede maggiore responsabilità da parte dei detenuti scarcerati.
Questa notizia l’abbiamo letta perchè ha un qualcosa di comico. Ma chissà quante altre rapine ci saranno, che andranno a buon fine e che magari non leggeremo sul giornale, per mano di qualche “graziato” ai danni di cittadini onesti, che la legge l’hanno sempre rispettata.

2 commenti

  1. e a casa tua c’era l’indulto? 😉


  2. no, perchè casa sua era una casa seria. Tsk. :-/



Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: